Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di profilazione.

Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo. Visualizza l'informativa estesa

Accetto

Vivi Firenze

Programma il tuo soggiorno a Firenze e scopri tutti i luoghi e i servizi!

dove dormire Dove dormire
dove mangiare Dove mangiare
shopping Shopping
luoghi di interesse Luoghi di interesse
servizi e utilita Servizi e utilità
cosa fare Cosa fare
eventi Eventi
aree protette Aree protette
esercizi storici Attività storiche

Apriva un anno fa a Firenze un nuovo museo, una collezione privata di arte moderna e contemporanea di inestimabile valore.

Roberto Casamonti, collezionista privato, ha messo a disposizione della città le opere Cragg-eroded-land350da lui raccolte in anni di amore incondizionato per l'arte moderna e contemporanea dopo aver individuato un elegante palazzo del centro storico come sede. Palazzo Bartolini Salimbeni, stiloso edificio rinascimentale progettato da Baccio d'Agnolo che si affaccia su Piazza Santa Trinita, è quindi entrato a far parte dei maggiori luoghi di interesse di Firenze.

Il XX secolo nell'arte è stato un periodo ricco di tensioni e ideazione di linguaggio, inoltre si assiste per la prima volta all'abbattimento delle barriere tra arte visiva, architettura, poesia, teatro, design, cinema e altre discipline. Questo spirito si riflette nella Collezione di Casamonti, che comprende in totale 187 opere di 138 artisti e viene esposta per sezioni, presentate come una mostra, a cura di Bruno Corà. E oltre alla seconda raccolta attuale già si prevede una prossima terza selezione.

Le opere precedentemente visibili a Firenze nel 2018 sono il risultato di anni di ricerche di Roberto Casamonti e danno testimonianza alle evoluzioni culturali e artistiche dal primo Novecento sino agli anni 60'; è stato possibile ammirare  capolavori di Fattori, Boldini, Balla, Viani, Sironi, Severini, Marini, Morandi, de Chirico, Savinio, Prampolini, Casorati, Magnelli, Licini, Picasso, Le Corbusier, Leger, Soutine, Klee, Chagall, Ernst, Kandinsky, Hartung, Fautrier, Matta, Lam, Dorazio, Accardi, Afro, Vedova, Capogrossi, Burri, Klein, Fontana, Castellani, Manzoni, Lo Savio e numerosi altri.

La selezione attuale, che viene esposta dal 26 maggio 2019, composta da 80 opere, prosegue nel tempo con gli artisti dal secondo Novecento al XXI secolo. Troviamo opere di Boetti, Pistoletto, Merz, Kounellis, Paolini, Calzolari, Penone e Pascali, quindi esponenti di prima grandezza dell' Arte Povera. Tra gli altri artisti non militanti dell' Arte Povera ma che ne hanno condiviso gli ideali non si  può dimenticare Ceroli. Qui spicca la sua opera "Burri", una sorta di classe con i banchi in cui davanti all'opera di Burri siede un allievo, probabilmente Twombly, l'artista americano che è poi diventato famosissimo.

 

Presenze internazionali qualificanti della raccolta sono tra gli altri Anish Kapoor, Tony Cragg e Basquiat. Inoltre ci sono i Nouveaux Réalistes come Christo, Arman, Klein. Naturalmente emerge anche l'interesse di Casamonti per la performance e per i video e in una saletta apposita sono esposte opere di Marina Abramovich e Bill Viola (di cui si ricordano le recenti mostre a Palazzo Strozzi) e Cattelan.

Il grande collezionista ed esperto d'arte Roberto Casamonti ha seguito nelle sue scelte, soprattutto in questa seconda parte della collezione, le sue passioni e i suoi istinti, attenendosi a parametri come attrazione magnetica esercitata dall'opera di un determinato artista, la durata della percezione estetica nella sua percezione personale, la forza d'urto provocatoria che ha sfidato i suoi stessi gusti e concezioni, l'autorevolezza di una fondata storia artistica.

 

La Collezione Casamonti, situata al piano nobile di Palazzo Bartolini Salimbeni, costituisce quindi un importante punto di riferimento per l'arte contemporanea a Firenze ed è una delle più grandi collezioni private di arte moderna e contemporanea aperte al pubblico in Italia.

L'ingresso alla Collezione è a pagamento.

Per ulteriori approfondimenti si può visitare il sito dedicato

 

Collezione Roberto Casamonti - Dagli anni '60 agli inizi del XXI secolo. Da Boetti a Schifano. Da Mirò a Basquiat - Palazzo Bartolini Salimbeni

Pubblicato il 24/5/2019

Approfondisci su mappa


Aree naturali protette Aree naturali protette
Cosa fare Cosa fare
Dove dormire Dove dormire
Dove mangiare Dove mangiare
Esercizi storici Esercizi storici
Eventi Eventi
Luoghi di interesse Luoghi di interesse
Servizi e utilità Servizi e utilità
Shopping Shopping