Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di profilazione.

Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo. Visualizza l'informativa estesa

Accetto

Vivi Firenze

Programma il tuo soggiorno a Firenze e scopri tutti i luoghi e i servizi!

dove dormire Dove dormire
dove mangiare Dove mangiare
shopping Shopping
luoghi di interesse Luoghi di interesse
servizi e utilita Servizi e utilità
cosa fare Cosa fare
eventi Eventi
aree protette Aree protette
esercizi storici Attività storiche

Firenze e l'Italia ripartono dopo la chiusura dei mesi passati. Facciamo il punto sul calendario delle riaperture di musei, parchi e chiese di Firenze: cosa è aperto o sta per aprire e quali sono i luoghi che, per il momento, restano chiusi.

 

giardino di boboli con palazzo pittiDal 18 maggio ha riaperto il Museo Ferragamo, prorogando la mostra Sustainable Thinking; fino al 1 giugno l'ingresso è gratuito e le visite si effettuano dal lunedì al sabato, dalle 11:30 alle 19. E' consigliata la prenotazione.

E' aperta dal 20 maggio la Collezione Roberto Casamonti; l'allestimento attuale spazia dagli anni '60 fino agli inizi di questo secolo. La prenotazione, come sempre, è obbligatoria.

Il 21 maggio ha aperto il Giardino di Boboli: l'accesso è consentito da palazzo Pitti e dalla porta di Annalena e l'orario sarà 8:45-18:30 dal lunedì alla domenica (chiuso primo e ultimo lunedì del mese), mentre a Prato riapre il Centro Pecci e sarà gratuito per tutti fino al 1 giugno (aperto dal giovedì alla domenica con orario 12-20).

 Dal 22 maggio è visitabile il Complesso dell'Opera del Duomo: Battistero, Cattedrale, Campanile e Museo dell'Opera del Duomo sono accessibili previa prenotazione e gratuiti fino al 31 maggio, dopodiché verrà applicato un biglietto distinto per ogni luogo. La Cupola riaprirà il 19 giugno, sempre con prenotazione obbligatoria e con la novità del biglietto proprio, mentre Santa Reparata resta temporaneamente chiusa.

Sabato 23 maggio porte aperte all'Area Archeologica e al Teatro Romano di Fiesole, mentre i musei Bandini e Archeologico riaprono dal 12 giugno. Nello stesso giorno è prevista la riapertura dell'Orto Botanico di Firenze (accesso con prenotazione obbligatoria, aperto sabato e domenica dalle 10 alle 18:30) e della Certosa del Galluzzo (sabato e domenica dalle 15 alle 18). Restando ancora fuori Firenze, nel fine settimana tornano ad essere visitabili il Museo Archeologico di Dicomano e gli Scavi di Frascole.

E' stata annunciata per il 27 maggio la riapertura del Cenacolo di Sant'Apollonia e del Parco di Villa il Ventaglio (orario fino a fine maggio 8:30-18:30, da giugno ad agosto 8:30-19:30, chiuso il lunedì).

Dal 28 maggio è di nuovo visitabile Palazzo Pitti (orario provvisorio martedì-domenica 8:30-13:30), mentre la Galleria dell'Accademia tornerà ad essere visitabile dal 2 giugno, così come le Cappelle Medicee e Palazzo Davanzati.

Dal 29 maggio riapre i battenti la mostra Tutankhamon - Viaggio verso l'eternità, presso la Galleria delle Carrozze, accanto a Palazzo Medici Riccardi, mentre la mostra multimediale Inside Magritte, allestita nella scenografica ex chiesa di Santo Stefano al Ponte, è di nuovo aperta da sabato 30 maggio.

La Basilica di Santa Croce aprirà le porte ai visitatori dal 30 maggio, sarà gratuita per tutti fino al 24 giugno e potrà essere visitata il sabato dalle 11 alle 17 e la domenica dalle 13 alle 17. Sempre il 30 maggio riaprono il Museo di Geologia e Paleontologia di Firenze (sabato e domenica 9-17) e il Museo Galileo, visitabile dal venerdì al lunedì.

Prevista dal 1 giugno la riapertura della mostra Aria a Palazzo Strozzi, l'esposizione di Tomás Saraceno resterà visibile fino al 1 novembre 2020. Nello stesso giorno torna ad essere visitabile il Museo Stibbert: per tutto il mese di giugno verrà applicato un biglietto ridotto, per incentivare la visita di questa splendida collezione.

Dal 2 giugno torna ad essere visitabile anche il Giardino Bardini: dopo aver seguito via webcam la magnifica fioritura del glicine, finalmente potremo di nuovo passeggiare nei vialetti del parco. L'ingresso al giardino in Costa San Giorgio è aperto tutti i giorni fino alle 21.

Tre dei Musei Civici Fiorentini, ovvero Palazzo Vecchio, Museo Stefano Bardini e Museo Novecento, riapriranno in anteprima il giorno 2 giugno e poi, a partire dal 6 giugno saranno visitabili ogni sabato, domenica e lunedì dalle 15 alle 20, con prenotazione obbligatoria.

Dal 3 giugno riaprono gli Uffizi: dal mercoledì al venerdì solo in orario pomeridiano 14-18:30, mentre il sabato e la domenica tutto il giorno (9-18:30). Chiuso il lunedì e martedì. Questo orario cambia  dal 30 giugno con l'apertura anche del martedì e, dalla settimana successiva, il ritorno all'orario prolungato durante la settimana. Nello stesso giorno riapre anche il Museo del Calcio, a Coverciano e il Museo dell'Opificio delle Pietre Dure.

Il Sistema Museale dell'Università degli Studi di Firenze, dopo l'Orto Botanico e il Museo di Geologia e Paleontologia, riapre alle visite anche Villa La Quiete, dal 4 giugno e il Museo di Antropologia e Etnologia, di nuovo visitabile dal 6 giugno. Sempre il 6 giugno riapre ai visitatori il Parco Mediceo di Pratolino: sarà possibile visitarlo, gratuitamente e senza prenotazione, il venerdì, sabato e domenica, dalle 10 alle 20.

Dal 13 giugno tornano accessibili Palazzo Medici Riccardi e il Museo degli Innocenti, mentre la Fondazione Primo Conti a Fiesole riapre (solo su prenotazione) dal 15 giugno.

La Basilica di San Lorenzo torna ad essere visitabile dal 29 giugno, completando l'offerta del Complesso Mediceo Laurenziano. Mentre il Museo Archeologico Nazionale e la Villa Corsini a Castello sono aperti dal 25 giugno e il Complesso di Orsanmichele (chiesa e museo) riapre il 4 luglio, con prenotazione obbligatoria (tel. +39 055 294883). Infine, il 30 giugno riapre ai visitatori il Museo di San Marco, con biglietto ridotto a causa del riallestimento in corso in alcuni degli ambienti.

Dovremo invece aspettare il 4 agosto per poter visitare il Bargello; approfittando della chiusura obbligata sono stati avviati importanti lavori di conservazione e alla riapertura accoglierà i visitatori con nuovi percorsi.

Nel Mugello, oltre al Museo Archeologico di Dicomano, sono già aperti il Convento di Bosco ai Frati, il Chini Museo, il Museo di Leprino ed il Centro di Documentazione Archeologica di Sant'Agata. Dal 30 maggio riaprirà il Museo della Pietra Serena di Firenzuola e il Museo del Paesaggio storico dell'Appennino di Moscheta, mentre il Museo dei Ferri Taglienti di Scarperia sarà visitabile dal 1 giugno.

Nell'area del Chianti e Valdarno, dal 28 maggio tornano ad essere visitabili il Museo Luciano Ghelli di San Casciano Val di Pesa, la Torre Panoramica del Chianti (sempre a San Casciano), il Museo Masaccio d'Arte Sacra a Reggello, il Museo San Francesco a Greve in Chianti e, su prenotazione, l'Oratorio di Santa Caterina a Bagno a Ripoli.

Nella Valdelsa e nella zona di Empoli, dal 22 maggio riapertura del Museo Leonardiano di Vinci (aperto venerdì, sabato e domenica dalle 9.30 alle 19) e dellaCasa Natale di Leonardo (lunedì-domenica 10-19). Inoltre sono di nuovo aperti il Museo della Ceramica di Montelupo Fiorentino, il Palazzo Pretorio e Casa Boccaccio a Certaldo. Dal 6 giugno riaprono i Musei di Empoli, ad ingresso gratuito per tutti: Museo della Collegiata, Museo del Vetro, Museo Civico di Paleontologia e Casa Museo Ferruccio Busoni.

L'articolo viene costantemente aggiornato con le aperture che vengono annunciate, per pianificare la visita è possibile scaricare il riepilogo degli orari e costi di accesso ai principali monumenti di Firenze e dintorni.
Per favore, verificate le disposizioni di accesso previste nei singoli luoghi, cliccando sui link in questo articolo.


Pubblicato il 30/6/2020

Approfondisci su mappa


Aree naturali protette Aree naturali protette
Cosa fare Cosa fare
Dove dormire Dove dormire
Dove mangiare Dove mangiare
Esercizi storici Esercizi storici
Eventi Eventi
Luoghi di interesse Luoghi di interesse
Servizi e utilità Servizi e utilità
Shopping Shopping