Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di profilazione.

Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo. Visualizza l'informativa estesa

Accetto

fbtwytin

Scegli lingua:

visitare senza barriere

I musei gestiti dallo stato e presenti a Firenze in alcune fra le location più famose della città hanno dedicato particolare attenzione alle persone ipo-vedenti e non-vedenti.

Le ultime novità sono state introdotte con un percorso dal nome Firenze 1865: nascita di una capitale. Il metodo Braille di lettura fu promosso dai Savoia nei 5 anni di Firenze Capitale d'Italia.
I percorsi tattili già presenti sono alla Galleria degli Uffizi (il personale assiste nella percezione di sculture greco-romane, di trasposizioni tridimensionali di celebri opere, compresa la “Nascita di Venere” del Botticelli, didascalie in braille italiano/inglese), a Palazzo Davanzati (arredi e suppellettili della casa fiorentina antica a portata di tocco), al Museo del Bargello (materiali e forme nella scultura dal XIV al XVI secolo), all’interno di Orsanmichele (architetture e opere scultoree in un percorso guidato). Al Cenacolo di Andrea del Sarto, infine, sono esposti sei capolavori pittorici dalla Galleria degli Uffizi: la Madonna del Cardellino (Raffaello) e una serie di ritratti: del Duca di Urbino (Piero della Francesca), dell’Uomo con la medaglia (Botticelli), di Cosimo il Vecchio (Pontormo), di Giovanni de’ Medici bambino e Bia de’ Medici (Bronzino).
A partire da febbraio 2016 le visite alla Galleria degli Uffizi, accompagnate da personale specializzato, si tengono regolarmente il primo venerdì di ogni mese alle 10,15. Info e Prenotazioni allo 055 2388693

La più recente novità è proprio il percorso tattile alla Galleria d'Arte Moderna. Dalla sala n. 2 alla sala n. 30 della Galleria i visitatori non vedenti e ipovedenti possono toccare con mano dieci opere, scelte tra le più significative, realizzate in materiali differenti (bronzo, marmo, legno, pietre dure, gesso, terracotta, maiolica), che testimoniano alcuni momenti del passaggio della scultura dall’Ottocento ai primi decenni del Novecento.

Abbastanza recente anche il percorso tattile della Villa Corsini a Castello: qui una serie di sculture provenienti dalla Galleria degli Uffizi, in tutto undici busti di età tardo repubblicana e imperiale, sono disposti in un percorso su tre locali del primo piano.

 

 

 

Pubblicato il 1/7/2016

Approfondisci su mappa


Aree naturali protette Aree naturali protette
Cosa fare Cosa fare
Dove dormire Dove dormire
Dove mangiare Dove mangiare
Esercizi storici Esercizi storici
Eventi Eventi
Luoghi di interesse Luoghi di interesse
Servizi e utilità Servizi e utilità
Shopping Shopping