Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di profilazione.

Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo. Visualizza l'informativa estesa

Accetto

fbtwytin

Scegli lingua:

mugello

Il passaggio appenninico tra Bologna e Firenze è percorribile a piedi (o in mountain bike) attraverso un'antica via etrusca e poi romana.


Via-degli-Dei-7Con il nome la Via degli Dei si inserisce nel filone che ha portato alla riscoperta di un turismo "slow", come contrapposizione ai ritmi frenetici che la vita odierna ci impone; si può compiere con tempi diversi, a seconda della preparazione fisica (e del tempo a disposizione), che vanno dai quattro a cinque-sei giorni o più di percorrenza, per un'immersione totale nei panorami mozzafiato dell'Appennino Tosco-Emiliano.
La scelta del nome non è casuale, ma si rifà alla toponomastica dei luoghi attraversati, come il Monte Adone, Monte Venere o Monzuno (monte di Giove).
La partenza è da Piazza Maggiore a Bologna, per inerpicarsi subito su fino a San Luca e proseguire poi alla volta del Passo della Futa, attraverso la vetta del Monte Adone, l'antico tracciato dell'antica via romana, la Flaminia Militare, e i piccoli paesi dell'Appennino.
Il raggiungimento della Futa regala belle emozioni, con il possente Cimitero Militare Tedesco e la vista aperta sul versante toscano, con il brillio delle acque del Lago di Bilancino.

Nel versante toscano l'accesso alla valle del Mugello porta ad attraversare l'abitato di Sant'Agata con la sua antica pieve romanica, una delle più belle nel territorio fiorentino, per poi proseguire verso San Piero a Sieve (e lì è d'obbligo una sosta al Convento di Bosco ai Frati per ammirare un preziosissimo Crocifisso attribuito a Donatello) e salire costeggiando la Villa Medicea del Trebbio, per ricordare le origini mugellane della famiglia Medici, fino al Convento di Monte Senario.
L'ultima tappa porta attraverso gli oliveti della campagna toscana fino a Fiesole, per abbracciare con lo sguardo la destinazione finale: Firenze e la sua Cupola del Brunelleschi che si erge maestosa sopra tutta la città.
Più di duemila anni dopo il passaggio degli Etruschi, che da Fiesole così raggiungevano Felsina (l'attuale Bologna), la Via degli Dei ha conquistato il favore di tanti escursionisti e il numero dei camminatori entusiasti che affrontano questa esperienza aumenta costantemente.


Nel sito dedicato alla Via degli Dei realizzato dall'Ufficio Informazioni Turistiche di Sasso Marconi troverete maggiori informazioni per organizzare il percorso, comprese le strutture convenzionate per il pernottamento e la possibilità di acquistare la carta escursionistica 1:25.000.

 

 

Pubblicato il 31/8/2017

Approfondisci su mappa


Aree naturali protette Aree naturali protette
Cosa fare Cosa fare
Dove dormire Dove dormire
Dove mangiare Dove mangiare
Esercizi storici Esercizi storici
Eventi Eventi
Luoghi di interesse Luoghi di interesse
Servizi e utilità Servizi e utilità
Shopping Shopping