Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di profilazione.

Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo. Visualizza l'informativa estesa

Accetto

fbtwytin

Scegli lingua:

fortezza da basso

Il 2019 è l'anno del cinquecentenario della morte di Leonardo da Vinci e a Firenze - e dintorni -  ci sono molti eventi per festeggiarlo.

 

magiSe la prima mostra agli Uffizi, dedicata al Codice Leicester, è già terminata, sta per aprirsi una importante esposizione d'arte, in qualche modo propedeutica all'opera del genio:  si tratta di Verrocchio maestro di Leonardo a Palazzo Strozzi dall'8 marzo al 14 luglio. In mostra capolavori di Andrea del Verrocchio e della sua bottega presso la quale si formarono grandi artisti a partire da Leonardo. 

Si svolge dentro Palazzo Vecchio il sogno di riportarci alla più celebre opera incompiuta di Leonardo, la battaglia di Anghiari che doveva decorare l'aula delle riunioni del Consiglio Maggiore della Repubblica di Firenze ma che non è arrivato fino a noi. Una mostra dal titolo Sulle tracce della battaglia di Anghiari parte il 23 febbraio e fino al 12 gennaio del prossimo anno permetterà di riscoprire con un itinerario dedicato che si snoda fra il Salone dei Cinquecento, il quartiere di Eleonora, la Collezione Loeser nel Mezzanino.

12 fogli scelti dal corpus del Codice Atlantico di Leonardo e provenienti dalla Biblioteca Ambrosiana di Milano sono il nucleo di un'altra importantissima mostra attesa a Palazzo Vecchio dal 29 marzo. Leonardo da Vinci e Firenze. Fogli scelti dal Codice Atlantico indaga lo stretto legame fra Leonardo e la città di Firenze, un rapporto sempre presente e molto sfaccettato. La mostra è composta anche da un dipinto, Busto del Redentore, attribuito a Gian Giacomo Caprotti, detto il Salaino. La mostra andrà avanti fino al 24 giugno. 

Leonardo fu artista ma anche scienziato, progettista, inventore. I prestigiosi spazi e il chiostro grande di Santa Maria Novella sono lo spazio espositivo per Leonardo e la botanica una mostra dedicata agli studi scientifici del Maestro, che potremo ammirare da settembre.

Anche se non aveva seguito un percorso di studi che oggi potremmo definire "accademico" Leonardo fu un uomo dai grandi interessi culturali e intellettuali e a testimonianza di ciò ci sono i libri, circa 200, su cui l'artista si formò.  La biblioteca di Leonardo è la mostra che ci introdurrà ai testi studiati e amati dal genio di Vinci, con libri originali o riproduzioni. Presso il Museo Galileo da maggio a settembre.

Importanti mostre sono in calendario a Vinci, la città natale di Leonardo, e possono essere trovate qui

Pubblicato il 4/2/2019

Approfondisci su mappa


Aree naturali protette Aree naturali protette
Cosa fare Cosa fare
Dove dormire Dove dormire
Dove mangiare Dove mangiare
Esercizi storici Esercizi storici
Eventi Eventi
Luoghi di interesse Luoghi di interesse
Servizi e utilità Servizi e utilità
Shopping Shopping