Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di profilazione.

Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo. Visualizza l'informativa estesa

Accetto

fbtwytin

Scegli lingua:

NicolaNeri

In tutto il territorio di Scandicci una grande influenza la ebbe la Badia di San Salvatore a Settimo, grande chiesa di impianto romanico e complesso monastico dalla storia millenaria.


facciataLa fondazione risale a prima del X secolo e fu abitata dai monaci cistercensi dal 1236 al 1732.
I monaci bonificarono tutta l'area circostante, e fortificarono l'Abbazia, che infatti presenta numerosi rimaneggiamenti. Purtroppo tutta la zona ora è come soffocata da un'edilizia selvaggia e di nessuna bellezza; il lavoro di valorizzazione e recupero dell'Abbazia di Settimo, che dopo l'abbandono dei Cistercensi fu smembrata e cadde in rovina, è stato fatto negli anni con pazienza da un'associazione, che ha cercato di riportare la Badia alla sua centralità.
Recentemente un imprenditore ha acquistato la parte dell' Abbazia che era in mano (o in più mani) di privati. I lavori di restauro e ricostruzione del complesso sono quindi in corso. 
La parte restaurata si può visitare la domenica pomeriggio, ammirandone i capolavori: il Martirio di San Lorenzo del Buti (16° secolo), la Cappella di san Jacopo con gli affreschi di Buffalmacco (del 1315) la Deposizione dalla Croce di Francesco Botticini.


Il 14 e 15 settembre alla Badia di Settimo si celebra una suggestiva rievocazione dal titolo Igneus. Anno Domini 1068. Si ricorda la prova del fuoco superata dal monaco Pietro a disfida del vescovo di Firenze, accusato di simonia. L'umile fraticello della Badia di Settimo Pietro dopo la prova del fuoco sarà nominato Abate del convento di Fucecchio e poi cardinale e vescovo di Albano e passerà alla storia come San Pietro Igneo. Il suo passaggio indenne fra le fiamme provocate da due cataste di legno infuocate fece gridare al miracolo, mentre il vescovo Pietro veniva deposto.

La festa rievoca quei giorni, con costumi e ambientazioni medievali, i combattimenti, il mercato artigiano; domenica 15 settembre la rievocazione della storica Prova del Fuoco in programma alle 21 nel piazzale davanti alla chiesa. Scoprite il programma sul sito di Igneus

 


Pubblicato il 10/9/2019

Approfondisci su mappa


Aree naturali protette Aree naturali protette
Cosa fare Cosa fare
Dove dormire Dove dormire
Dove mangiare Dove mangiare
Esercizi storici Esercizi storici
Eventi Eventi
Luoghi di interesse Luoghi di interesse
Servizi e utilità Servizi e utilità
Shopping Shopping