Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di profilazione.

Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo. Visualizza l'informativa estesa

Accetto

fbtwytin

Scegli lingua:

fortezza da basso

A Villa Bardini si omaggia la tradizione classica attraverso lo sguardo di artisti internazionali contemporanei che rappresentano l'eccellenza artistica legata al presente di Firenze.

Il luogo in cui è ospitato il Museo Annigoni, Villa Bardini, è la sede perfetta per accogliere le eccellenzeCorpoacorpo-350-Amaya-GurpideThe-Last-Strands-of-Winter nel campo delle arti figurative e la stessa Firenze annovera negli ultimi trenta anni accademie, scuole e piccoli atelier internazionali di nazionalità russa, americana, inglese e cinese che attirano artisti da tutto il mondo che qui approfondiscono le tecniche della tradizione classica della pittura e della scultura. Col tempo si è creata anche una comunità internazionale di artisti che vivono e lavorano in una città che per loro rappresenta un luogo di scambio creativo, oltre ad essere naturalmente il fulcro della tradizione classica dei grandi maestri del passato.

Questa mostra Corpo a corpo ha come obiettivo quello di far conoscere l'Arte Figurativa contemporanea e per la prima volta 35 artisti,  provenienti da dodici paesi diversi ma accomunati dalla stesso stile e modo di dipingere, presentano insieme le loro opere in una sorta di dialogo, ottenendo una risultanza di grande poesia.

Il titolo della mostra richiama ad una lotta schietta da vicino, segnala un aspetto di solitudine dell'artista al cospetto della natura, una sfida insieme formale e concettuale e le opere dei trentacinque protagonisti raccontano la loro quotidiana sfida personale attraverso disegni, dipinti e sculture.

Alcuni di loro sono autodidatti e molti hanno frequentato Accademie o Atelier privati. Attualmente sono svariate le Accademie dislocate nel mondo che si dedicano interamente allo studio dal vero e l'identità degli ateliers fiorentini è particolarmente accreditata, traendo le sue lontane origini dalla presenza in città della scuola di Filadelfo Simi - pittore che si era formato a Parigi presso Gérôme - scuola che fu poi proseguita dalla figlia Nerina.

Il Maestro Pietro Annigoni fu un grande estimatore di questo atelier e, non tenendo una propria scuola, suggeriva agli artisti che frequentavano il suo studio nel dopoguerra di iniziare dal corso di disegno di Nerina Simi. Successivamente alla fine degli anni '70 Charles H. Cecil, Daniel Graves e John Angel approdano a Firenze e fondano poi le loro rispettive scuole ed oggi la città è riconosciuta come uno dei più importanti centri di eccellenza al mondo nella formazione delle arti figurative. 

Insieme all'ispirazione classica troviamo in alcune opere della mostra attuale l'uso della pittura su materiali insoliti ad esempio il rame, come nel "Family Portrait" di Kate Lehman, alluminio come nel ritratto di Anastasia Pollard e la tecnica mista su pannello di alluminio di Amaya Gurpide.

La mostra è promossa da Fondazione CR Firenze e Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron e coordinata dal prof. Carlo Sisi, Presidente dell'Accademia di Belle Arti di Firenze. In occasione dell'esposizione sono previsti anche eventi collaterali gratuiti su prenotazione obbligatoria telefonica al numero +39 055 20066233 o via mail eventi@villabardini.it

 

Corpo a Corpo dal 26 ottobre 2019 al 12 gennaio 2020 a Villa Bardini, Museo Annigoni.

 

Pubblicato il 25/10/2019

Approfondisci su mappa


Aree naturali protette Aree naturali protette
Cosa fare Cosa fare
Dove dormire Dove dormire
Dove mangiare Dove mangiare
Esercizi storici Esercizi storici
Eventi Eventi
Luoghi di interesse Luoghi di interesse
Servizi e utilità Servizi e utilità
Shopping Shopping