Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di profilazione.

Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo. Visualizza l'informativa estesa

Accetto

fbtwytin

Scegli lingua:

Colpo-di-Gong-mostra-belvedere

C'è un  luogo a Firenze che è come un vasto parco pubblico ma con una storia pesante e ancora presente. Si tratta dell'Area San Salvi.

san-salvi-cartellone San Salvi per i fiorentini è sinonimo (forse dovremmo scrivere era sinonimo perchè probabilmente le giovani generazioni hanno perso il nesso) di manicomio. In effetti il complesso di San Salvi nacque nel 1890 in sostituzione del vecchio ospedale psichiatrico fiorentino di San Bonifazio in via San Gallo. Voluto fortemente dallo psichiatra Tamburini, del progetto fu incaricato l’architetto Giacomo Roster, lo stesso del Tepidarium in via Bolognese.
L'ospedale psichiatrico di San Salvi fu progettato come un villaggio, con vari padiglioni disposti con una logica, fra strutture mediche e aree di servizi, anche amministrativi. Fra padiglione e padiglione furono piantati alberi, venendo a creare un grande parco. Nel 1978 per ottemperare alla legge Basaglia il manicomio fu chiuso.

I padiglioni furono piano piano abbandonati oppure ristrutturati e utilizzati per altri scopi. Le strutture sanitarie del tempo "dei matti" sono ancora presenti, la storia del luogo è ancora ben leggibile.
Al centro di vari progetti di recupero, non ancora finalizzati, e purtroppo interessato dall'uragano che il 1° agosto 2015 colpì Firenze e abbattè diversi dei grandi e bellissimi alberi, San Salvi è comunque un luogo aperto, tutto da scoprire e inaspettato.

L'Associazione Chille de la Balanza da anni ne gestisce la fruizione con spettacoli, visite recitate e un cartellone estivo chiamato Estate a San Salvi.
Dal 12 giugno a settembre nel parco e negli spazi dell'ex manicomio sono in programma spettacoli principalmente musicali, teatrali, workshop sotto il titolo La libertà è terapeutica .

Si segnalano gli ospiti speciali: sabato 23 Paolo Benvegnù con il primo evento speciale, “H3+ – dai primordi della terra al mondo vegetale”; il Festival Storie differenti  (da venerdì 31 agosto a lunedì 10 settembre) che, dopo l’inaugurazione con Nada (Parole che si cantano anche) presenta compagnie storiche del teatro italiano, tra cui Teatro Miela, Teatro delle Selve,  Lemming, Teatro Invito, Stalker, Periferico, Aria Teatro, Potlach e Nata.

Fra i vari spettacoli viene riproposto ogni volta l'interessante C'era una volta... il manicomio un viaggio-affabulazione guidato dall'attore Claudio Ascoli, che porta gli spettatori in giro di notte fra i luoghi dove si svolgevano le vite stralunate dei malati. Un viaggio nel tempo e nella storia della città, nella sofferenza delle storie dei singoli, in ambienti dall'innegabile fascino.

Estate a San Salvi fa parte del programma dell' Estate Fiorentina, il programma  su www.chille.it

 

Pubblicato il 12/6/2018

Approfondisci su mappa


Aree naturali protette Aree naturali protette
Cosa fare Cosa fare
Dove dormire Dove dormire
Dove mangiare Dove mangiare
Esercizi storici Esercizi storici
Eventi Eventi
Luoghi di interesse Luoghi di interesse
Servizi e utilità Servizi e utilità
Shopping Shopping