Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di profilazione.

Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo. Visualizza l'informativa estesa

Accetto

fbtwytin

Scegli lingua:

fortezza da basso

Per questa edizione 2020, tanti saranno gli appuntamenti per festeggiare insieme il Carnevale. Per grandi e piccini.

ConfettiQuest'anno tornerà a Firenze, in grande stile, la tradizionale sfilata di Carnevale: nel pomeriggio di sabato 22 febbraio la parata partirà da Piazza Santa Maria Novella alle 15:30 e sfilerà per il centro cittadino con musica, giocolieri, trampolieri, bande musicali e le coreografie delle delegazioni del Carnevale di Viareggio, Venezia, Gambettola (FC) con un tributo a Federico Fellini e San Giovanni in Persiceto (BO). Alla testa del corteo ci sarà Stenterello, la maschera tradizionale fiorentina la cui origine risale al settecento. All'arrivo della parata in Piazza della Signoria, la festa continuerà fino alle 19 con musica e animazione per grandi e piccini.

Un altro appuntamento imperdibile, soprattutto per i più piccoli, sarà sempre lo stesso giorno, 22 febbraio, in Piazza Ognissanti: il Carnevale di Firenze dei bambini. Dalle 14 alle 18 tanta animazione, con spettacoli circensi, musica, stand gastronomici, trucca-bimbi. All'insegna dell'integrazione multietnica e multiculturale saranno presenti delegazioni dei vari consolati onorari di Firenze.

Molte saranno le iniziative in tutti i quartieri della città. Per maggiori informazioni consulta la Rete Civica del Comune di Firenze

Oltre che dalle maschere, il Carnevale è caratterizzato dai coriandoli. Sapete come è nata questa tradizione? Tutto iniziò nel lontano Medioevo, quando nel periodo di Carnevale, i ragazzi giocavano al cosiddetto “giuoco dei sassi”, lanciandosi veri e propri sassi... con immaginabili conseguenze.
Le pietre durante il Rinascimento vennero sostituite da un insolito pallone (un insieme di stracci tenuti insieme da una corda) che i giovani si divertivano a lanciarsi contro. A questo gioco partecipavano ragazzi appartenenti a tutte le classi sociali, e pare che durante il Carnevale del 1534 proprio alcune pallonate "eccessive" siano state all'origine del conflitto tra le famiglie dei Medici e degli Strozzi. Adesso, sassi e palloni sono sostituiti da coriandoli colorati. Nelle piazze di molte città, i giovani si ritrovano per giocare insieme, lanciarsi contro i coriandoli e fare merenda con cenci e frittelle. Inoltre, è possibile ammirare le sfilate di carri allegorici che sostituiscono le sfilate delle carrozze dei nobili decorate per l’occasione.

 

Pubblicato il 10/2/2020

Approfondisci su mappa


Aree naturali protette Aree naturali protette
Cosa fare Cosa fare
Dove dormire Dove dormire
Dove mangiare Dove mangiare
Esercizi storici Esercizi storici
Eventi Eventi
Luoghi di interesse Luoghi di interesse
Servizi e utilità Servizi e utilità
Shopping Shopping