Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di profilazione.

Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo. Visualizza l'informativa estesa

Accetto

fbtwytin

Scegli lingua:

fortezza da basso

La ricerca del moto perpetuo, tipico delle sfere celesti ma applicato a dispositivi meccanici ha stimolato l'attività di studiosi o sedicenti tali nel corso dei secoli. Una sfida che ha interessato anche il genio creativo di Leonardo da Vinci.

scritti-leoUna mostra al Museo Galileo in occasione del cinquecentenario di Leonardo da Vinci sposta lo sguardo sull'aspetto più scientifico del genio universale, analizzando gli studi effettuati in questo campo dall'artista scienziato. Molti studi che poi, molto concretamente, lo portarono a formulare l'impossibilità della riproduzione sulla terra di quel movimento e a beffarsi anche un po' di quegli "speculatori del continuo moto, quanti vari ingegni in simil cerca avete creati! Accompagnatevi con li cercatori d’oro". Come dire che la la ricerca del moto perpetuo andava di pari passo con la  ricerca della pietra filosofale, quella che tramuta qualunque metallo in oro. Un sogno, purtroppo irrealizzabile.

Leonardo da Vinci e il moto perpetuo ci mostra i disegni fatti da Leonardo e altri studiosi del campo; inoltre sono presenti modelli di macchinari realizzati per riprodurre quel moto.
Ma la mostra non rinuncia a un'ampia sezione virtuale - con filmati e con la realtà aumentata che farà prendere "vita" alle macchine in questione.
Un'occasione per imparare (o rinfrescare) anche qualche legge fisica fra quelle che facevano credere possibile il moto perpetuo in terra.

La mostra si svolge al Museo Galileo dal 10 ottobre al 12 gennaio 2020

 

Pubblicato il 8/10/2019

Approfondisci su mappa


Aree naturali protette Aree naturali protette
Cosa fare Cosa fare
Dove dormire Dove dormire
Dove mangiare Dove mangiare
Esercizi storici Esercizi storici
Eventi Eventi
Luoghi di interesse Luoghi di interesse
Servizi e utilità Servizi e utilità
Shopping Shopping